Archivi della categoria: morano

16. Chiamata delle superiore e volontà di Dio

Nel gennaio del 1908, mentre Madre Morano è seduta accanto al lettino di Susanna, la bambina di Mascali deceduta per difterite, arriva una lettera della Madre Generale in cui viene invitata, dopo 27 anni di intenso lavoro in Sicilia, a prepararsi al ritorno definitivo in Piemonte. Maddalena risponde alla Madre Generale che è pronta all’ubbidienza. Chiede solo di sistemare le ultime cose con la Prefettura … Continua a leggere 16. Chiamata delle superiore e volontà di Dio »

15. Nuove case in terra Sicula

Negli ultimi giorni di settembre di quel 1901 Maddalena Morano accompagna a Modica tre FMA per aprire un laboratorio e un oratorio festivo per le ragazze povere, figlie di contadini. Il 2 gennaio 1902 otto FMA, guidate da Madre Morano, vanno ad aprire oratorio, laboratorio e scuole elementari a Piazza Armerina, in provincia di Enna. L’8 febbraio tre FMA iniziano un laboratorio di taglio e … Continua a leggere 15. Nuove case in terra Sicula »

14. Questo è il campo: S. Giuseppe ci guida

Nella casa di via dell’Aiuto non ci si sta proprio più. Quando ci sono in casa le studentesse, le educande devono rifugiarsi negli angoli dei corridoi, ai margini del cortile. E le domande di accettare nuove studentesse crescono, e il Cardinale invita ad accettarle. Ma dove metterle? Madre Morano prega, cerca e fa elemosina. A sr Antonia Camuto dice: «San Giuseppe ci farà avere un … Continua a leggere 14. Questo è il campo: S. Giuseppe ci guida »

13. Nuova espansione

A Catania nei pressi del Conservatorio delle Verginelle di S. Agata (diretto dalle FMA fin dal 1889) c’era la Regia Scuola Normale Femminile (= Istituto Magistrale), dove si formavano tutte le maestre della città e della vasta provincia. Questa aveva annesso un Convitto dove alloggiavano le ragazze le pendolari. Nel 1896, dopo una lunga agonia amministrativa, il Convitto chiude. Le studentesse non sanno più dove … Continua a leggere 13. Nuova espansione »

Cronologia essenziale di Madre Morano

1847 15 novembre. Maddalena Morano nasce a Chieri, sesta figlia di Francesco e Caterina Pangella. È battezzata nel giorno seguente. 1850 agosto. La famiglia Morano si trasferisce a Buttigliera d’Asti. 1855 Muoiono il padre Francesco e la sorella Francesca. 1857 A marzo due banditi cercano di assalire lei e la madre presso il ponte di Riva di Chieri. Il 12 aprile, Pasqua, fa la sua … Continua a leggere Cronologia essenziale di Madre Morano »

12. Dal giardino di Trecastagni al mare di Alì e oltre

Ragazze, postulanti, novizie e suore riempivano di laboriosa gioia e di sincera fraternità il giardinetto del Conservatorio di Trecastagni. Tutto era gioia, schiamazzi, studio e impegno. Il numero cresceva e i fiori di campo avevano bisogno di nuovi orizzonti. Così nonostante il peggioramento delle condizioni di salute Maddalena Morano si mette in cammino alla volta di Alì Terme dove i coniugi Marino offrono la possibilità … Continua a leggere 12. Dal giardino di Trecastagni al mare di Alì e oltre »

11. Basta il tocco del Sistema Preventivo

La permanenza in Sicilia di don Cagliero offri alle Figlie di Maria Ausiliatrice la possibilità di aprire una nuova casa a Catania. Nell’aprile del 1888 Monsignor Dusmet chiede alle FMA di accettare la direzione del «Conservatorio delle verginelle di S. Agata» in Catania, che negli ultimi tempi si è deteriorato in maniera allarmante. Madre Morano parla con suor Angiolina Buzzetti (futura economa generale delle FMA) … Continua a leggere 11. Basta il tocco del Sistema Preventivo »

10. Breve rientro a Torino e nuova partenza per Trecastagni

Dopo quattro anni suor Morano è richiamata a Torino. Le FMA si stanno moltiplicando e si vuol decentrare il governo. La casa di Torino diverrà una «casa ispettoriale», e suor Maddalena è chiamata a lasciare la Sicilia per dirigere la nuova casa. Ben presto, però, gli eventi richiamano Maddalena nuovamente in Sicilia. Suor Piccono, che l’ha sostituita in Sicilia, è stroncata dal grande lavoro. Anche … Continua a leggere 10. Breve rientro a Torino e nuova partenza per Trecastagni »

9. Da Nizza a Trecastagni

L’11 agosto 1881, nella chiesa di Nizza, suor Maddalena assiste all’elezione della nuova Madre generale: suor Caterina Daghero, 25 anni. In quell’anno, le FMA hanno in Sicilia due opere: a Catania e a Bronte. Ma l’1l agosto l’arcivescovo di Catania, monsignor Dusmet, indirizza una lettera a don Cagliero (nominato da Don Bosco «direttore generale delle FMA») chiedendo tre suore «patentate per l’insegnamento» per prendere la … Continua a leggere 9. Da Nizza a Trecastagni »

8. Tra le educande di Nizza

A Nizza Maddalena Morano ebbe un ruolo fondamentale nella scuola e nell’assistenza delle fanciulle. In un contesto animato da diffidenza e pregiudizi ella spiegò il suo zelo e cooperò a diffondere la buona fama dell’Istituto con la solerte attività e specialmente con il buon esempio. La sua franchezza, sincerità e risolutezza furono la moneta che guadagnò la stima delle fanciulle. Aveva l’arte di farsi amare … Continua a leggere 8. Tra le educande di Nizza »