Ispettore e Consiglio Ispettoriale

"A capo di ciascuna ispettoria viene posto un ispettore. Egli svolge il suo servizio in unione col Rettor Maggiore, con carità e senso pastorale, in vista della formazione di una comunità fraterna ispettoriale. Con l’aiuto del suo Consiglio anima la vita religiosa e l’azione apostolica della comunità ispettoriale, cura la formazione dei soci specialmente dei novizi e dei giovani confratelli, dirige e controlla l’amministrazione dei beni dell’ispettoria e delle singole case". (Cost. SDB 161)

"Il Consiglio aiuta l’ispettore in tutto ciò che concerne l’animazione e il governo dell’ispettoria. È convocato e presieduto dall’ispettore ed è composto dal vicario, dall’economo e, in via ordinaria, da altri tre o cinque consiglieri". (Cost. SDB 164)

L'Ispettore

DON GIUSEPPE RUTA

Nato a Modica il 30 gennaio 1959
Completa il noviziato diventando salesiano il 12 settembre 1975
Ha scelto don Bosco perché "il suo sguardo, sin da quand’ero piccolo, mi ha rubato il cuore…"

Telefono

095.72.85.102

Indirizzo

Via Cifali, 5-7

Calendario del Consiglio Ispettoriale

I membri del Consiglio Ispettoriale

Don Giovanni D'Andrea

Vicario dell'Ispettore

in consiglio dal 2018

Nato a Messina il 18 luglio 1968
Completa il noviziato diventando salesiano l'8 settembre 1997
Ha scelto don Bosco perché "il suo stare in mezzo ai giovani parlando di Cristo mi ha affascinato e l'esempio di alcuni salesiani che hanno segnato la mia vita"

Don Vincenzo Ferrarella

Economo ispettoriale

in consiglio dal 2013

Nato ad Alcamo il 24 luglio 1959
Completa il noviziato diventando salesiano il 12 settembre 1976
Ha scelto don Bosco perché "mi sono sentito chiamato alla missione giovanile"

Don Domenico Luvarà

Delegato di Pastorale Giovanile

in consiglio dal 2014

Nato a Catania il 6 maggio 1975
Completa il noviziato diventando salesiano l'8 settembre 2001
Ha scelto don Bosco perché  "sono rimasto sempre affascinato da queste sue parole: Serviamo il Signore in santa allegria".

Don Vincenzo Pisano

Direttore - Parroco Messina Giostra

in consiglio dal 2017

Nato a Pietraperzia  l'8 marzo 1966
Completa il noviziato diventando salesiano l'8 settembre 1986
Ha scelto don Bosco perché "questione di vocazione"

Don Giuseppe Cassaro

Preside dell'Ist. Teologico San Tommaso di Messina

in consiglio dal 2017

Nato a Gela il 2 novembre 1972
Completa il noviziato diventando salesiano l'8 settembre 1994
Ha scelto don Bosco perché " un giorno mi sono scoperto scelto!!! E questo mi ha reso davvero felice: non potevo non rispondere".

Don Giovanni Russo

Direttore di Messina Savio
-

in consiglio dal 2017

Nato a Caltanissetta l'1 gennaio 1963
Completa il noviziato diventando salesiano l'8 settembre 1982
Ha scelto don Bosco perché "il suo carisma è Vangelo di salvezza per me".

Don Domenico Saraniti

Direttore Palermo Ranchibile
-

in consiglio dal 2018

Nato a Paternò il 14 dicembre 1979
Completa il noviziato diventando salesiano l'8 settembre 2000
Ha scelto don Bosco perché "ho capito che volevo dedicarmi ai giovani"

Nato a Cammarata (AG) il 6 settembre 1946
Completa il noviziato diventando salesiano il 15 agosto 1963
Ha scelto don Bosco perché "mi ha affascinato. Don Bosco è troppo straordinario: chi sa che non mi aiuti a fare qualcosa di buono nella mia vita?"

Don Salvatore Mangiapane

Segretario Ispettoriale dal 2018